Osservazioni intorno alle vipere/Nulla osta

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../Testo

IncludiIntestazione 27 agosto 2015 100% Da definire

Testo


[p. 93 modifica]Il Signor Francesco Ridolfi si compiaccia di vedere, e riferire se nella presente opera sia niente, che ripugni alla Fede Cattolica, o a’ buoni costumi 15. Febbraio 1663.


Vinc. Bardi Vic. Generale.


Per ordine di V. S. Illustriss. e Reverendiss. ho letto diligentemente la presente opera, e in essa non solo non ho ritrovato cosa ripugnante alla S. Fede Cattolica, e a’ buoni costumi; ma utilissima la riconosco a quegli, che desiderano di pervenire alla cognizione della verità circa alla materia della quale in essa si tratta: che perciò la stimo degnissima di venire alla luce per mezzo delle stampe, e in fede ho scritto di propria mano, questo dì 16. Febbraio 1663.


Francesco Ridolfi mano prop.


Stampisi osservati gli ordini. Vincenzio Bardi Vicario Generale.


[p. 94 modifica]

Die 19. Februarij 1663.

Admodum Reu. P. Magister Lelius Mela Servita, Consultor Sancti Officij videat, & referat.

Fr. Ioannes Paulus Giulianetti à Fl. S. Officij Florentiæ V. Cancell. & c.

Reverendiss. Padre Inquisitore.

Per obbedire a’ cenni di V. P. R. hò letto attentamente la presente opera, intitolata Osservazioni intorno alle Vipere, fatte da Francesco Redi Gentiluomo Aretino: e non vi hò trovato cosa contraria alla nostra Santa Fede Cattolica, o à buoni costumi: e in fede ho scritto di mia propria mano questo di 20. Febbraio 1663. ab Incarnatione.

Fra Lelio Mela, de Servi Consultore del Santo Offizio di Fiorenza.


Stante prædicta attestatione Imprimatur Florentiæ hac die 20. Februarij, 1663.

Fr. Dominicus Antonius Ranieri de Aquapendente Canc. Sancti Officij Florentiæ de mand.


Gio: Federighi.