Pagina:AA.VV. - Commedie del Cinquecento, Vol. I, Laterza, 1912.djvu/240

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
232 i tre tiranni

ATTO III

SCENA I

Listagiro e Pilastrino fanno uno incanto piacevole al vècchio il quale, per mezzo di quello, pensa, la sera, godersi di Lucia; e, fattolo stracinare ai diavoli e leggatolo sotto una scala, gli svaligian la casa e rompengli i forzieri e escon fuori carichi di robbe con i sacchetti in mano dei danari.

Listagiro, Pilastrino, Girifalco.

          Listagiro  O Pilastrino,
          l non mi stringer a questo perché sai
          che la Chiesa lo vieta. E, se qualcuno
          m’accusasse al Vicario, che sarebbe
          atto a tenermi che non ruinassi?
          So come fanno.
          Pilastrino  Tu puoi pur pensare
          che, se ben non sapessi la natura
          di quest’uomo da ben, non ardirei
          dimandarti tal cosa; ma, per altro,
          l’ho cognosciuto esser si liberale
          e per l’amico che vo’ che tu ’l serva
          per amor mio. Non pigliar piú lunghezze.
          Mettiamvi mano.
          Listagiro  Io ti credo ogni cosa.
          Ma questo tu sai pur che non si puote
          fare in un punto, come pensa, forse:
          perché bisogna prima comandare
          che sia portata; e poi far ch’ogni notte