Pagina:Alberti, Leon Battista – Opere volgari, Vol. III, 1973 – BEIC 1724974.djvu/298

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
294 lettere

4


Illustrissimo principi et domino meo benignissimo domino Ludovico marchioni Mantue etc. dignissimo.


Illustrissime princeps et domine mi singulare. Post recomendationem.

Io me rallegro chon gli altri vostri servidori della dignità quale ha nuper chonseghuita Monsigniore el Cardinale vostro figlio, per più respetti. Et certo dovemo noi altri esserne lieti, però che quando fra e’ nostri maiori saranno simili homini degnissimi et modestissimi, la chiesa di Dio sarà chon più reverentia et maiestà presso di chi debba reverirla. Ma due chagioni anchora me accreschono questa letitia: l’una ch’ell’è seghuito quanto più di fa stimavamo et aspettavamo ch’el sarebbe; l’altra si è che io spero vedere qui assiduo Monsigniore, a chui io porto somma reverentia et affectione per vostro rispetto et per sua virtù. Rengratione Dio, et a voi molto me raccomando.

Datum Rome die xxiiij Decembris 61.

Servitor devotissimo
Baptista de Albertis


5


Illustrissimo Principi domino Ludovico M archioni M antue.


Illustrissime princeps post recomendationem. Per vostre lettere intesi chome Pietro Spagniuolo vostro camerario m’avea scritto a’ dì sopra passati. Non mi furono date le sue lettere, et desideravano resposta. Quanto me dite havete chosa se farà per me, gaudeo. El danaro si è apparecciato dove lo chiederete. Non ciercherò altro che solo el chonsiglio in queste della S.V., quale io desidero et spero vedere forse a mezza quaresema. Raccomandomi alla S.V.

Ex Roma die 19 februarii 69.

Servitor vostro,
Baptista de Albertis