Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/16

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


J4 lettera fatti.circa dodeci mila Chrittiani, la maggior parte (Le M.ilift fecero ber fa ire anni, infieme col Signor di Arima, che fi Mamma & era tenuto per Re: il qual fi batterà,# era già perfarfi Cbnttmo ancoro figlio, ’# quafi tutti li Signori principali delle ke terre, eccetto alcuni pochi, i quali con i loro Bonzi procurauano impedir quell’opera. Stando cofi le cofe piacque à Dio’H, Signore che l Re cadef fé infermo con yna apoflema, che gli nacque nelle (vaile, della quale f/d pochi di, pafià à migliora, poco tempo dopo fatto Cbrijlmo, Et j perchea Bonc-ì

  1. alcuni Signori non poteuano foffrire, cb el Signor

loro fojfe Chrifìianofedendo ch’infibreue tempo era morto,commiorno d direbbequefio era cattivo deiCamis, #lotoques, (checefi chiamano gli r dolich’adorano) Con quejlo ejfendoche fuo figlio, ilqual rcftò ber eie del regno, era giouanetto, c gentile, fileuò grande perfecutione cóntraiVadri, & Chrtjìianii frettando per terra molte Croci,c’baueuano alzate,brugiorono la Chiefa. Furono anco forzati molti à retrocedere quantunque molti non confenùjfero, mafìime quelli di Cachino chù, dotte ne faranno più di ducente famiglie: quali determinarono più pretto partir fi abandonando i loro beni, ò morire, che Inficiare la fede riceuuta. Laonde non bebbe ardire Armandone procedere più oltre contri di loro, e cofi reflorno fiempre fermi ne la fede, e tta con efii loroyn noflro Taire, myna refiiienZa, che quiui h abbiamo- V affata quella furiati tornò d leuare la maggior partede Cbnjliam, 1 i<r Arman