Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/27

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


DEL GIAPPONE. */ kere più quietamente: & poi battendolo già fatto» per alcune occafioni che occorjero 5 fi andò egli più di lungi che mai fuffe, dal fatfi Chrifìiano, ydi alcuni ragionamenti di nofira /anta legge, è pitie* citte a Dio ’Ncflro Signore ejaudire le contiroue orationi, è facrificij, ch’ogni di per la fua conuerfione fi faceùano: & gli mafie & gli illuminò di tal for te il cuor e, che fi determinò cofi egli come la fua nucua moglie farfi battimare: il che non yolfe mai fare la mala regina legabel, per efferella inimicifiima di nofira fama fede. Sitai* tigorno donque tutti due, & fi contrade tra loro il matrimonio conforme a l’yfo di Santa Chiefa cattolica. Et effendo il I{e perfora tanto principale, è tenuto per cofi fimo, “volò fubito la fama della fua conuerfilone per tutto: Di modo che molti diceuano, che non accadeua ydir altre ragioni per conuertirfi, fe non-veder il Ze di Bungo tanto fauio, è dotto in tutte le fette del Giappone conuertito. Et effendo egli entrato per la yera porta i tocco da Dio, quantùnque haueffe lafciato i regni d fuo figliuolo; cominciò fubito a communicare, quel ch’egli haueua gufato a gli altri, che non lo conofceuano. È tra quelli, che cominciamo a mouerfi, fu il Juo figlio già nuouo le: il quale yedendo la determir.atione di fuo padre, per il grande rifpetto che gli porta, intrato in fe fieffo lodaua quel che fuo ’■ padre haueua fatto. Ma dall’altro canto fommamente refifieua a queHi fuoi buoni defi