Pagina:Alfredo Dini Relazione intorno al funzionamento 1898.djvu/22

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 23 —

sperto al nuoto, Rodragues Angiolo. Che questi animosi giunsero colà quando l'acqua era già al piano superiore della casa e furono appena in tempo a salvare un Vitello che stava per annegare. Che non avendo in quella casa legna da ardere si accinsero a ritornare verso quella Bonaccini, dopo però essersi assicurati che nessuno più correva pericolo. Ma causa il vento impetuoso e l'acqua che cadeva a rovesci, si spense l'unica torcia che loro era rimasta, e si trovarono persi, sbattuti a destra ed a sinistra negli alberi. Fortunatamente le loro grida furono udite dal pompiere Donati rimasto nella casa Bonaccini, ed il comandante ing. Dini, salito nel tetto della casa stessa ed accesi dei covoni di paglia, potè fare segnale a quei bravi giovani, i quali poterono ricondursi a stento nella casa Bonaccini medesima, ove l'acqua verso le ore due del dì 8, cominciò un poco a decrescere.»

· · · · · · · · · · ·

«Delibera

«Di proporre al R. Governo, per una ricompensa al valor civile, i benemeriti che si distinsero in quella circostanza.»

Al seguito di che furono premiati dal R. Governo con diploma al valor civile i sigg.

Comandante             Ing. Dini Alfredo
Furiere                       Sacchetti Augurio
Pompiere                   Donati Cesare
»                            Del Lungo Mosè
Guardia comunale   Castellucci Giovanni


e con attestato di pubblica benemerenza del nostro Municipio altri 16 pompieri.


Fu in seguito al pericolo, corso da alcuni Vigili nell'apprestare soccorsi in quella triste circo-