Pagina:Alfredo Dini Relazione intorno al funzionamento 1898.djvu/37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 38 —


Art. 13. — La direzione immediata dell'operazioni di attacco contro gli incendi, spetta interamente al comandante od a chi ne faccia le veci, ed è inoltre di sua spettanza dare ogni opportuna disposizione riguardante il corpo dei Pompieri, prima e dopo la estinzione degli incendi.

Art. 14. — Il comandante dei pompieri quando la necessità imperiosamente lo colga potrà richiedere da ogni cittadino l'opera sua per l'estinzione degl'incendi, e niuno potrà ricusarla a termini dell'art. 26 del codice penale toscano.

Art. 15. — I proprietari, inquilini e custodi di edifici ed altri recinti vicini al luogo dell'incendio, dietro richiesta del capo-pompiere e degli Agenti di Polizia Municipale o di Pubblica Sicurezza dovranno aprire gli accessi tanto che ciò si reputi necessario per prendere acqua, quanto per dominare ed estinguere più facilmente il fuoco.

Art. 16. — Spetta al Sindaco ed in sua assenza è in facoltà dell'Ingegnere-Ispettore, il dare ordini per il taglio degli edifizi, quando la natura dei casi lo renda necessario.

Ogni altra disposizione per lo sgombro delle persone e dei notabili è nella competenza del comandante.

Art. 17. — Tutte le volte che il teatro è aperto al pubblico, dovrà intervenire un picchetto di pompieri, come pure dovrà intervenire ogni qualvolta che venisse ordinato o richiesto in altri pubblici o privati spettacoli, od anche di funzioni religiose portanti straordinarie illuminazioni.

Art. 18. — I proprietari dei teatri saranno tenuti a fornirli delle necessarie conserve d'acqua, e dei mezzi adatti a trarne profitto.

Gl'impresari, o quelle altre persone pel cui interesse si dà luogo allo spettacolo, funzioni, etc., saranno tenuti a darne avviso al comando dei pompieri almeno otto ore innanzi; ed a pagare l'indennità competente agli uomini componenti il picchetto, solamente quando sia ordinato sulla loro richiesta.

Art. 19. — Per il duplice scopo della manutenzione del materiale e delle istruzioni del personale avranno luogo le manovre od esercitazioni del corpo dei pompieri almeno 12 volte l'anno ne' dì festivi. Tanto i pompieri effettivi quanto gli allievi sono