Pagina:Alfredo Dini Relazione intorno al funzionamento 1898.djvu/4

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search




Il Comune di S. Giovanni, posto quasi nel centro del bacino dell’alto corso dell’Arno, sulla linea Firenze-Arezzo, è Capoluogo di Mandamento, ma è piccolo d’estensione territoriale, misurando appena Ettari 2211. Ha una popolazione di circa 8500 abitanti, 6500 dei quali residenti entro il Paese ed agglomerati in sole 500 case: un buon numero delle quali sono di vecchia costruzione con i secondi o terzi piani tenuti a palchi, cosiddetti morti, atti solo a riporvi il fieno, che nella stagione estiva viene in gran quantità raccolto dalle donne degli operai.

Il paese di S. Giovanni è il più ricco d’industrie dell’intero Valdarno Superiore ed Inferiore. Infatti vi fioriscono una Ferriera per la laminazione del ferro in rottami, due fabbriche di terra cotta, una fabbrica di fiammiferi, letti, nastri, un lanificio etc., che colle loro ciminiere attivissime contribuiscono a moltiplicare le occasioni d’incendio e di sinistri di ogni specie. A ciò si aggiunge: il