Pagina:Anonimo - Matematiche Fascicolo secondo, 1838.djvu/49

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

49

3.° Che, assegnata la terza di queste cifre, e sottratto il prodotto parziale di tutte e tre dall’ultimo resto completato, bisognerà che il nuovo resto, completato anch’esso nello stesso modo, contenga il più gran prodotto parziale, che si possa formare con quattro cifre, delle quali le tre prime siano le trovate; e così di seguito.

20. All’oggetto di determinare attualmente coteste cifre l’una dopo l’altra, ossìa di determinarne una qualunque dopo aver determinate le precedenti a lei, se si riscontra, (Tema primo, pag. 65) che il prodotto parziale di più cifre relativamente al loro cubo resulta dall’addizione del cubo della prima cifra a destra ch’è di unità semplici, riunito col triplo del prodotto del quadrato di questa cifra per le altre a sinistra, che sono di diecine; ed inoltre del triplo del prodotto del quadrato di queste seconde cifre per la prima, il qual triplo prodotto sarà di centinaja, è facil concepire, che se da ciascun resto completato, il quale deve contenere il respettivo prodotto parziale, si escludono le due prime cifre a destra, il numero che resta, espresso dalle altre essendo di centinaja, conterrà sicuramente il triplo del prodotto del quadrato delle cifre trovate alla radice per la cifra consecutiva incognita da de

Fasc. II. 4