Pagina:Anonimo - Matematiche Fascicolo terzo, 1839.djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

19

più grande, quando due, trè, quattro,.. volte più grande diventa ciascuno di cotesti termini, com’è facile convincersene; e nel medesimo tempo le parti, nelle quali si spezza il numero sottinteso diventano respettivamente due, trè, quattro,.. volte più piccole ciascuna, quando più grande pure due, tré, quattro,.. volte diventa il denominatore, così una frazione, nel caso d’aumento de’ suoi termini, non cangerà valore, se d’ambedue si prenda un multiplo medesimo.

Parimente, siccome l’eccesso del numeratore sul denominatore o viceversa, diventa due, trè, quattro,.. volte più piccolo, quando due, tre, quattro,.. volte più piccolo pure diventa ciascuno di cotesti termini; e le parti, nelle quali si spezza il numero sottinteso diventano contemporaneamente due, tre, quattro,.. volte più grandi ciascuna, quando più piccolo pure due, trè, quattro,., volte diventa il denominatore, così una frazione, nel caso di decremento de’ suoi termini, non cangerà valore, se d’ambedue si prenda, (quando è possibile,) un submultiplo medesimo.

Quindi consegue anche quest’altra general proprietà delle frazioni, già di sopra avvertila.

«4.ª Che moltiplicando, o dividendo (se si può esattamente) ambedue i termini di