Pagina:Antichi monumenti di Siracusa.djvu/32

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

X    22    X

racusa col comando di tutta la Sicilia. Nell’anno 669. cade in Siracusa la prima incursion de’ Saraceni. Costante imperatore, nipote di Eraclio, lascia Costantinopoli per molti anni, e pianta la fede in Siracusa, ove nel 668. viene ucciso dentro i Bagni Dafnei, perché odiato da tutti. Nel 739. poi successe la seconda incursion de’ Saraceni, facendo ricchissime prede.

878.

I Saraceni a 22. Maggio s’impadroniscono di Siracusa, e cessa in questo anno ad esser la Metropoll della Sicilia, che tale era stata fin dall’anno 212. prima di Gesù Cristo, quando cadde sotto i Romani. I Saraceni dividon la Sicilia in tre valli, cioè Valdinoto, Valdemane, e Valle di Mazara. Vien retta da due Dinastie, cioè degli Aglabiti, e dei Fatemiti. Risiede in Palermo un Emir Supremo, e le altre città son governate dai Subalterni Emiri, e Alcaidi, o sieno Giudici. All'Emiro di Siracusa vengon sottoposti alcuni governatori d’altre città. Siracusa prima d’una tale invasione contava 150. mila circa di abitanti dentro, e fuori le mura, e la Sicilia tre milioni.

1038.

I Saraceni divisi tra loro, stante la guerra intestina, in tanti, e tanti piccoli stati indipendenti, i Greci ne tentan perciò la conquista.