Pagina:Archivio storico italiano, serie 3, volume 12 (1870).djvu/12

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

APPENDICE ALLE ANNOTAZIONI


degli


INQUISITORI DI STATO DI VENEZIA


Ecco i documenti accennati nella nota a pagina 18 del fascicolo 58 dell’Archivio Storico, Tom. XI, Part. II, relativi all’attentato di assassinio contro fra Paolo Sarpi. Essi contengono le testimonianze, in base alle quali il Consiglio dei Dieci pronunziò, dopo soli cinque giorni, sentenza di morte contro gli assalitori che erano riusciti a mettersi in salvo. I due ultimi poi, in data de’ 20 e 29 ottobre 1616, provano come non si desistesse mai dal disegno di togliere di vita l’illustre teologo della Repubblica. Siccome la dizione di tali deposti è più presto veneta che italiana, così reputammo acconcio di porre qualche noterella là dove la frase del dialetto si allontana maggiormente dalla lingua.

Questi documenti furono estratti da una busta conservata nell’Archivio dei Frari in Venezia sotto il N.° 1 - Processi del Consiglio dei Dieci - Dogado. - È utile avvertire che riportiamo i più interessanti.

A. Bazzoni.          



1607, 5 Ottobre. - Venuto alla presentia degli Eccellentissimi Signori capi, il clarissimo signor Alessandro Malipiero, fu de ser Lunardo, espose quanto segue. Signori Eccellentissimi, io mi era ritornato col padre maestro Paulo dei Servi in Marzaria hoggi alle 22 hore in circa, s’accompagnassimo insieme per venir a casa che siamo vicini, et col padre vi era un suo converso: come fossimo a Santa Fosca sul ponte della guerra alli ultimi scalini per andar