Pagina:Archivio storico italiano, serie 3, volume 12 (1870).djvu/212

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
208 scrittori tedeschi

Scopo principale di quest’opera importantissima, la quale avrà il suo compimento nel terzo volume, si è quello di mostrare, quali fossero le forme della vita politica e legale, nei secoli in cui rimase potente in Italia l’autorità imperiale; quale fosse poi l’azione del diritto romano e delle istituzioni vigenti in Italia sulla costituzione dell’impero, e in genere e particolarmente nelle relazioni della medesima colla penisola. Azione, secondo il nostro autore, più grande di quella esercitata dal dominio tedesco in Italia, dimodochè l’esame delle forme politiche e legali ivi vigenti contribuisce a chiarire ugualmente e la storia di Germania e quella delle parti meridionali dell’Impero. L’opera vien divisa nelle seguenti sezioni e capitoli. A. Giudizj e bando. 1. Documenti giudiciali e forme dei medesimi. 2. Procedura nell’Italia longobarda. 3. Procedura nella Romagna. 4. Bando regio antico (bannum dom. regis). 5. Bando imperiale (bannum imperii). 6. Bando municipale. 7. Bando temporale 8. Bando perpetuo. 9. Bando siculo. 10. Residenti nei tribunali. 11. Potestà dei Conti (Comitatus). 12. Potestà dei Marchesi (Marchio, Marchia). B. Presidenti alla curia del re o imperatore (Hofgericht). 13. Giurisdizione imperiale. 14. 11 re e i di lui delegati. 15. Il conte palatino. 16. Il cancelliere per l’Italia. 17. La regina. 18. Il vicario imperiale (Dom. Imperatoris in Italia vicarius ad iustitiam faciendam). 19. Il giustiziere maggiore per la Sicilia (Magister iustitiarius magnae curiae imperialis). C. Presidenti alla curia dell’impero (Reichsgericht) . 20. Messi regi per i singoli casi. 21. Nunzi e Delegati. 22. Messi regi slabili. 23. Giudici d’appello stabili. 24. Conti palatini moderni. 23. Messi senza soggiorno fisso (Missi discurrentes). 26. Legati generali (Legatus per Italiam). 27. Ufficiali provinciali nel XII secolo per la Lombardia, il Piemonte, Romagna, Toscana, Ducato di Spoleto, Marca d’Ancona, e condizioni generali della potestà ed amministrazione imperiali. 28. La Chiesa romana e i territorj suoi, fondamento e vicende dei medesimi nei tempi anteriori ad Arrigo VI; ricupere dopo la morte di quest’imperatore. 29. L’impero e le ricupere dei territori della Chiesa da Filippo di Svevia e Ottone IV sino a Rodolfo d’Absburgo. 30. Vicari dei Legati generali nella prima metà del XIII secolo. 31. Vicari o capitani generali degli ultimi tempi di Federigo II.

Intorno al primo vol. vedi S. Andreis nell’Arch. Stor., Ital. Terza Serie, vol. XI, p. 1, pag. 200 segg.

Spetta in parte ai medesimo argomento il libro di O. Franklin: Das Reichshofgericht im Mittelalter. (La curia dell’impero nel medio evo) Weimar, 1867, 68: 2 vol. 8vo.


FICKER, Julius, Zur Geschichte des Lombardenbundes (Intorno alla storia della Lega Lombarda). Vienna, 1869, 8vo.

Dai Sitzungsberichte della classe filosofico-storica dell’I. Accad. delle scienze viennese, vol. LX, 1868. La presente dissertazione tratta di tre documenti stampati dal Muratori Antiq. Ital. IV, 295-306, poi da altri, dal Pertz nei Monum. Germ. hist., IV, 167-174 tra i