Pagina:Archivio storico italiano, serie 5, volume 7 (1891).djvu/10

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
vi atti della r. deputazione

esaminato poi da una speciale Commissione, composta dei soci Del Lungo, Gamurrini, Ghepardi, Paoli, fu approvato con voto unanime.

Studi preparatori per l’edizione critica della Cronaca di Giovanni Villani. — Avendo la R. Deputazione accettato dall’Istituto storico italiano l’incarico di fare l’edizione critica dei tre Villani per la Collezione dell’Istituto medesimo, il Consiglio direttivo nell’adunanza del 21 febbraio 1889, a proposta dei soci Villari e Paoli, diede la commissione di fare gli studi preparatori per l’edizione del primo e maggiore dei tre Cronisti al prof. Vittorio Lami, e stabilì le norme di questi studi preparatori, che debbono consistere nella collazione di un libro della Cronaca di Giovanni Villani su tutti i codici che se ne conservano; in una relazione critica sul valore e sui rapporti dei diversi codici; e nella presentazione d’un disegno della nuova edizione. Di che la Presidenza diede comunicazione all’Istituto con lettera del 23 marzo; e, ottenuta la piena adesione dell’Istituto medesimo, gli studi furono subito alacremente avviati. Fu scritto a Biblioteche italiane e straniere, per aver notizie dei codici Villaniani che vi si conservano; e, avute le risposte, il sig. Lami cominciò la collazione dei codici fiorentini, e altri ne esaminò in altre biblioteche italiane. Di questo suo lavoro di saggio il prof. Lami presentò una prima relazione scritta alla Presidenza della R. Deputazione il 15 settembre 1889; altra all’Istituto storico alla fine del detto anno; e una relazione orale al nostro Consiglio direttivo nell’adunanza del 18 settembre 1890; riportandone piena approvazione. Nell’anno 1891 è fermamente sperabile che gli studi preparatori saranno compiuti e presentato il disegno dell’edizione.

È doveroso aggiungere che nel 1889-90 l’Istituto storico ha dato per questi studi un sussidio di lire mille; e, a richiesta della nostra Presidenza, dopo l’adunanza del 18 settembre 1890, ha assegnato un nuovo largo sussidio per il compimento degli studi nel 1891.

Archivio storico italiano. — Il Consiglio direttivo, nell’adunanza del 18 settembre 1890, deliberò:

1. Che dal 1.° gennaio 1891 l’Archivio si pubblichi in quattro fascicoli trimestrali, conservando lo stesso numero di fogli e le stesse condizioni d’abbonamento. In questo modo potranno pubblicarsi nell’Archivio testi e lavori storici di maggiore estensione.

2. Che si dia mano alla stampa dell’Indice della Quarta Serie, già compilato, per incarico del Direttore, dal sig. Eugenio Casanova. L’Indice sarà tripartito, come quelli delle precedenti