Pagina:Ardigo - Scritti vari.djvu/271

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Pensieri 265

trice creativa di queste è la società, e in essa gli organi più specializzati a produrle sono gli educatori, si deve dire, che non c’è ufficio che eguagli in importanza e dignità quello del maestro.

(La Libertà, Padova, numero unico pel 1° maggio, 1902).


3.

Il conforto delle idealità.


Padova, 26 maggio 1901.

Al Signor Presidente del Circolo Bellini.

Da ciò che si sperimenta, misto di bello e di brutto, di piacevole e di disgustoso, l’immaginazione sceglie e combina a parte il bello e il piacevole, e produce così quelle geniali idealità, che divinizzano l’animo e sono il conforto più puro e più dolce della vita.


4.

Le idee alla moda.


Spesso idee molto speciose, da scrittori di grande fama, col fascino della loro parola sfolgorante, sono propinate al pubblico, che ne resta colpito, e le accarezza, e se ne invaghisce e vi si appassiona, diventando, così per poco la stessa moda del tempo. Se non che, mancando esse di un effettivo valore intrinseco, per non essere che dei paradossi, nè in tutto veri, nè realmente pratici, presto poi cadono nella indifferenza e nella dimenticanza più assoluta.

Altre idee invece, non proclamate innanzi da scrittori