Pagina:Aristofane - Commedie, Venezia 1545.djvu/491

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LE CONGREGANTI
Fid.
O misero te per Gioue salvatore.
Huo.
Come?
Fid.
Come? facilmente.
Huo.
Che non bisogna obedir à le legi?
Fid.
A quali ò infelice?
Huo.
A le presenti e apparenti.
Fid.
Apparenti? sei dunque ben grosso.
Huo.
Grosso?
Fid.
Non sei tu il piu pazzo di tutti?
Huo.
Quello ch’è ordinato il facio, come è cosa d’uomo prudentissimo.
Fid.
Costui dunque è pegiore.
Huo.
Non pensitu di lasciare?
Fid.
Il servarò, fin che vego la moltitudine che ella vuole.
Huo.
Che altro, che parecchiati sono à portar via le cose?
Fid.
Vedendolo il crederò.
Huo.
Il dicono per le vie.
Fid.
Il diranno certo.
Huo.
Et dicono di portarla roba elevandola su.
Fid.
Il diranno certo.
Huo.
Morirei non credendo il tutto.
Fid.
Non crederanno.
Huo.
Giove ti strupij.
Fid.
Mi strupieranno ben. pensitu di portar qualche cosa?
Huo.
Ciascuno che ha cervello.