Pagina:Ascensioni umane Fogazzaro.djvu/190

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
168 Ascensioni umane

vina in azione, come legge di natura, all’origine dell’uomo, in azione, come legge di natura, nel riprodursi degli individui umani, in azione, nel più lontano futuro, dove io vedo l’uomo venirsi conformando sempre maggiormente a immagine e simiglianza di Dio.

Per una data energia, dunque, della Volontà Divina, ossia per legge di natura, l’embrione umano, appena si forma è animato, è disposto dai suoi genitori a diventare un essere umano, ma solo quando perviene ad un certo grado di sviluppo impossibile a determinare, l’anima, tocca da una divina luce, vi è creata umana a somiglianza, quasi, dell’occhio che preparato poco a poco nell’embrione, acquista improvvisamente, tocco dalla luce corporea, la facoltà di vedere.

Ecco in qual modo diretto io vedo la Volontà Creatrice operare all’origine di ciascun’anima,

Ma se mi è lecito, come cristiano, di pensare che le anime dei figli di Adamo sono create umane a questo modo per effetto della Divina Parola originaria, per una legge di natura, molto più mi sarà lecito di sostenere che la Divina Parola ha prodotto in questo modo Adamo stesso, ch’Essa, operando come legge di natura, ne ha preparato insieme il corpo e l’anima nella vita inferiore, e, quando il corpo è stato pronto, vi ha creata l’anima, operando sempre come legge di natura.