Pagina:Bardi - Discorso sopra il giuoco del calcio fiorentino, 1580.djvu/22

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
20 D I S C O R S O  S O P R A  I L  G I V O C O

[versione diplomatica]


ſe non che la palla ſcappi fuori della moltitudine per poterla ghermire, & correre, o in altro modo ſaluare: ſopra tutto vuolſi da gli Innanzi auuertire di tenere la palla ſerrata quando l'haranno in ſu lo ſteccato condotta. Queſto degli vffizi loro ê il più importante: perche traſcurando queſto vltimo atto fariano, come folli cultori, iquali tutte quante l'altre ſtagioni dell'anno in arare, in ſeminare, in ſarchiare duraſſero fatiche eſtreme, & poi la ſtate in ſul buono della ricolta ſe la perdeſſero, abbandonando i campi, & ad altro attēdendo, & come cacciatori, che haueſſero i veltri sboccati, & non poteſſero in ſul giugnere la fiera azzannare. Oltre à diciò uuole il buono Innanzi non meno con certa ragione, che con grazioſa, & leggiadra auuenentezza il giuoco ſuo giuocare; ilche gli potrà riuſcire ageuolmente, ſe in tutti i muouimenti, & atti ſuoi procederà moderato, e ſenza ſtizza, laquale è vn brieue furore, che ſuole caualcare, & per beſtia fare ſcorgere colui, che no'l frena. Però ciaſcuno non penſi ad altro, che à condur la palla in ſu l'aduerſa fronte dello ſteccato, & à farla paſſare oltre, che è l'eſtremo termine, & il deſiato fine della ſua ſchiera. Pertanto ciaſcuno Innanzi inueſtendo per diritto, o per trauerſo, qualſi voglia Sconciatore, o Datore non tiri mai pugna; ma tenendo le braccia diſteſe, douunque meglio li uerrà, faccia il rincontro. Non dico già per queſto che alcuno deggia moſtrare viltà, & che eſſendogli ſcorteſia fatto, eſſo fatto nō ſe ne riſenta, e uaglia: con poderoſe pugna; ma dico, che ſubito, che egli è ſpartito corra alla palla, & il giuoco ſegua. Oltre à diciò non ſi conuiene, che l'vno Innanzi cō l'altro aduerſario garreggi, ſe non quando la palla nelli mezzi ſi troua, perche in tal caſo ciaſcuna ſquadra cō l'altra auuerſaria contenda, per padroneggiare la palla, e tenendolaſi fra i piedi ſegua pur la uittoria. In altro non contēdano inſieme, ſe non, ſe quando la palla in vna del-


[versione critica]


se non che la palla scappi fuori della moltitudine per poterla ghermire, et correre, o in altro modo salvare: sopra tutto vuolsi da gli Innanzi avvertire di tenere la palla serrata quando l'haranno in su lo steccato condotta. Questo degli uffizi loro ê il più importante: perche trascurando questo ultimo atto fariano, come folli cultori, iquali tutte quante l'altre stagioni dell'anno in arare, in seminare, in sarchiare durassero fatiche estreme, et poi la state in sul buono della ricolta se la perdessero, abbandonando i campi, et ad altro attendendo, et come cacciatori, che havessero i veltri sboccati, et non potessero in sul giugnere la fiera azzannare. Oltre à diciò vuole il buono Innanzi non meno con certa ragione, che con graziosa, et leggiadra avvenentezza il giuoco suo giuocare; ilche gli potrà riuscire agevolmente, se in tutti i muovimenti, et atti suoi procederà moderato, e senza stizza, laquale è un brieve furore, che suole cavalcare, et per bestia fare scorgere colui, che no'l frena. Però ciascuno non pensi ad altro, che à condur la palla in su l'adversa fronte dello steccato, et à farla passare oltre, che è l'estremo termine, et il desiato fine della sua schiera. Pertanto ciascuno Innanzi investendo per diritto, o per traverso, qualsi voglia Sconciatore, o Datore non tiri mai pugna; ma tenendo le braccia distese, dovunque meglio li verrà, faccia il rincontro. Non dico già per questo che alcuno deggia mostrare viltà, et che essendogli scortesia fatto, esso fatto non se ne risenta, e vaglia: con poderose pugna; ma dico, che subito, che egli è spartito corra alla palla, et il giuoco segua. Oltre à diciò non si conviene, che l'uno Innanzi con l'altro adversario garreggi, se non quando la palla nelli mezzi si trova, perche in tal caso ciascuna squadra con l'altra avversaria contenda, per padroneggiare la palla, e tenendolasi fra i piedi segua pur la vittoria. In altro non contendano insieme, se non, se quando la palla in una del-


le