Pagina:Barrili - Arrigo il Savio, Milano, Treves, 1886.djvu/200

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


sbrigassero le loro faccende da sè. Basta, qui bisogna stare in cervello, avere un occhio al cane e l'altro alla macchia. —

Con questi proponimenti Cesare Gonzaga stette ad aspettare i discorsi del conte di Castelbianco, dopo avergli cortesemente additata una scranna.