Pagina:Barrili - Come un sogno, Milano, Treves, 1889.djvu/232

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 224 —


di noi, se occorre. Non è egli infatti una gloria del tempo nostro lo avere trovato le notizie premature? Orribile sottigliezza d’ingegno! Vi sanno raccozzare il passato, spiccicare il presente e indovinare il futuro. Io non ho mai potuto intendere come ne vengano a capo. Per me, un uomo e una donna che passano per istrada, sono un uomo e una donna, e niente di più. Un binocolo appuntato in teatro, è una curiosità che si sfoga. Un saluto, una frase, un complimento, sono atti di cortesia e nient’altro. Amerei ricomporre una statua coi frammenti rinvenuti in uno scavo; non ho mai pensato a raccogliere gli atti, a riscontrar le parole dei vivi. E questo forse m’avviene, perchè vivo molto di vita interiore; perchè in mezzo alla maggior frequenza de’ miei simili, io ci ho troppo il costume di guardare e di ascoltare dentro di me, dove c’è un mondo foggiato a