Pagina:Barrili - La legge Oppia, Genova, Andrea Moretti, 1873.djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

atto primo 11


Birria

Non hai sempre detto così, ed io potrei ricordarti....

Mirrina

Lasciami pe’ fatti miei, mal arnese.... schiavo.... delizia dello staffile!

(divincolandosi da lui, per andare al Larario)

Birria

Non ci hai proprio altro di meglio a profferirmi per colazione, stamane?

(accostandosi timidamente, mentre ella
sta disponendo i fiori sulla mensola)

Mirrina, o come s’è fatto leggiadro il tuo collo, dacchè non ha più tema del collare di bronzo!

Mirrina

E tu ammmiralo!

Birria

Farei meglio ancora....

Mirrina

(senza voltarsi)

Che cosa?

Birria

Vi coglierei il fiore che non hai voluto darmi pur dianzi.

(chinandosi per baciarla sul collo)

Mirrina

Numi, ei lo vuole davvero! Eccoti il fiore!

(assestandogli una guanciata)

Birria

Ah, gli è di cinque foglie e pizzica come quel dell’ortica. Or dunque, la è rotta?