Pagina:Barrili - La legge Oppia, Genova, Andrea Moretti, 1873.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

atto primo 13


che è passato or dianzi di qua, mentre io stavo in sull’uscio. E’ pare che il padrone avesse a indettarsi di cose gravi col suo collega Marco Porcio Catone, poichè gli è corso da lui ed eglino sono tuttavia in istretto colloquio. E credi tu che, tornato in città, non vorrà dare una scorsa a casa? Ah, tu la smetti adesso? Or bene, e noi lo avvertiremo, noi che nulla sappiamo; gli diremo noi di una certa porticina sul vicolo, a cui s’è tolto il catenaccio; gli daremo noi la lista delle persone che hanno ad entrar di soppiatto in casa.

Mirrina

Birria, tu non dirai nulla.

Birria

E perchè di grazia?

Mirrina

Perchè.... tu sei buono.

Birria

Rosso di pelo? Eh via!

Mirrina

Il rosso è color senatorio.

Birria

Ma io sono un mal arnese, delizia dello staffile.... uno schiavo....

Mirrina

Che può diventar liberto da un momento all’altro, e tra liberti.... Ma che siete voi, uominacci stupidi, da non intender mai per loro verso le nostre