Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/104

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
70 Dei Delitti

medesimi sensi e per conseguenza delle medesime passioni, con meditare formalità e con lente torture lacerati, giocondo spettacolo di una fanatica moltitudine?

L’atrocità stessa della pena fa che si ardisca tanto di più per ischivarla, quanto è grande il male a cui si va incontro; fa che si commettano più delitti per fuggir la pena di un solo. I paesi e i tempi dei più atroci supplizj furono sempre quelli delle più sanguinose ed inumane azioni: poiché il medesimo spirito di ferocia, che guidava la mano del legislatore, reggeva quella del parricida e del sicario; sul trono dettava leggi di ferro ad anime atroci di schiavi che ubbidivano; nella privata oscurità stimolava ad immolare i tiranni per crearne dei nuovi.

A misura che i supplizj diventano più crudeli, gli animi umani, che come i fluidi si mettono sempre a livello cogli oggetti che li circondano, s’incalliscono; e la forza sem-