Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/120

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
86 Dei Delitti

l’origine di questa contraddizione? e perchè è indelebile negli uomini questo sentimento, ad onta della ragione? Perchè gli uomini, nel più secreto dei loro animi, parte che più d’ogni altra conserva ancor la forma originale della vecchia natura, hanno sempre creduto non esser la vita propria in potestà di alcuno, fuori che della necessità, che col suo scettro di ferro regge l'universo.

Che debbon pensare gli uomini nel vedere i savj magistrati e i gravi sacerdoti della giustizia, che con indifferente tranquillità fanno strascinare con lento apparato un reo alla morte; e mentre un misero spasima nelle ultime angosce, aspettando il colpo fatale, passa il giudice con insensibile freddezza, e forse anche con segreta compiacenza della propria autorità, a gustare i commodi e i piaceri della vita? Ah, diranno essi „ queste leggi non sono che i pretesti della forza; e le meditate e crudeli formalità della giustizia