Pagina:Bellamy - L'avvenire, 1891.djvu/178

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
176

potente al più umile, perchè non volete imparare ad aiutarvi reciprocamente? Questa spaventevole Babilonia di vergognosa lode a sè stessi e di scambievole denigramento, questo grido assordante di millanteria e di esaltazione personale, questo sorprendente sistema di svergognata pitoccheria, che erano mai se non il bisogno di una società nella quale l’occasione di essere utile al mondo si cercava lottando, invece di considerarla come lo scopo dell’organizzazione sociale!

Entrai nella via Washington ed andai nel punto più frequentato di essa; mi vi fermai e risi forte, scandalizzando i passanti; non potei trattenermi e, quand’anche ci fosse andata di mezzo la mia vita, non sarei riuscito a contenere l’ilarità suscitata in me, alla vista dell’infinità di negozi aperti ai due lati della strada, e fin dove giungeva la mia vista; ed a rendere lo spettacolo più ridicolo, questi negozi eran tutti dello stesso genere, e vi si vendevano oggetti i quali, a seconda del mio sogno, avrebbero potuto esser forniti da un solo magazzino ove il compratore, senza tanta perdita di tempo, avrebbe trovato tutto quanto gli occorreva. Ivi, il lavoro di divisione avrebbe concorso ben poco ad aumentare il prezzo della merce; il compratore non avrebbe pagato altro che le spese di divisione. Qui invece la divisione ed il maneggio della mercanzia accresceva il prezzo di un quarto, di un terzo, della metà ed anche di più. Tutti quegl’impieghi dovevano esser pagati, l’affitto, il personale d’ispezione, la legione di venditori, le migliaia di computisti, spedizionieri e servitori, con tutto quell’apparato di annunzi vengono fatti pagare dall’acquirente. Che grandiosa istituzione per render miserabile la Nazione!

Erano essi uomini seri o fanciulli costoro che facevano simili affari? Era mai possibile che uomini ragionevoli non si accorgessero di quella dissipazione? Mangiando con un cucchiaio che lascia cadere metà del proprio contenuto, dal piatto alla bocca, non si corre il rischio di aver fame levandosi da tavola?

Ero già passato più di mille volte dalla via Washington ed avevo osservato le abitudini di quei mercanti; pure, mai come allora, la mia curiosità era stata tanto eccitata. Provavo stupore alla