Pagina:Bertini - Le dimore estive dell'appennino toscano, Niccolai, Firenze, 1896.djvu/120

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
110 montepiano


e fa di Montepiano un gradito soggiorno nell’estiva stagione.

Il paese con circa 1000 abitanti, oltre avere cascine e casolari sparsi, si compone di cinque gruppi di case: Montepiano sulla strada provinciale Prato-Bologna; Risubbiàni sulla via per il Mugello; il Casone, pittoresco gruppo di case in faccia a Montepiano sulla sinistra del Setta; la Badìa sulla strada per Val di Brasimone: e la Storaia, pure in pittoresca posizione, presso la strada provinciale per Bologna.

Il villaggio è fra le migliori dimore estive, e diventerà tra le più frequentate dell’Appennino per la sua postura a cavaliere di due valli quasi esattamente trasversali alla catena appenninica sullo stesso asse, per la facilità dell’accesso e la poca lontananza da Firenze (ore 3 il2), per una fresca temperatura, per acque eccellenti, per il clima asciutto e le emanazioni resinose delle vicine abetaie. L’umidità proveniente da folte ed estese foreste, così spesso nociva, e che non di rado vieta il godimento delle incantevoli serate estive sui monti, è sconosciuta a Montepiano per non essere il villaggio in mezzo alle selve e per la ventilazione continua, che potrebbe rassomigliarsi ad una brezza di terra sulle spiagge marine nella stagione dei bagni.