Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 11, 1800.djvu/229

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

sopra le Lett. e l’Arti Mod. 225

reno d’anime guaste, e tra I’erbe venefiche de’vizi abbietti, e obbrobriosi. Ma rallegrarvi al rimirar l’accademia da tutti a gara que’ sapientissimi Porporati in onore riposta, e da gravissimi sapienti, e filosofi decorata. Erano allor non men nobili, che letterati i medici vostri, alla fisica congiungevano il bel sapere, l’autorità degli studi severi all’amenità delle muse, e delle lingue, come anch’oggi tra poche città Modena può vantarne. L’abito venerando e togato vi fa distinguer senz’altro Nicolò Machella autor d’opere illustri, e Gabriello Faloppia, il cui nome è la gloria dell’arte medica, e della patria col Grilenzone medesimo in cotal profession rinomato, e col Calandrino eziandio dell’afflitta salute del Molza1 sollecito curatore. Ne vi spiaccia mirar finalmente siccome vostri il Crotona, ed il Porto, che dalla Grecia nativa sen vennero a far più dotta l’Italia de’ lor antichi esemplari, e quì


il

  1. Vita del Molza LXX.
Tomo XI. P