Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/21

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

17

GENJ, E INGEGNI.


Mio pensiero si è non darsi genio senza entusiasmo; non già che ogni entusiasmo faccia un genio, o che il solo entusiasmo basti a farlo, ma dico essere l’entusiasmo il carattere fondamentale, o almen principale de’ veri geni. E perchè noi sogliamo chiamar uomo d’ingegno chiunque ne sembra più atto, e felice in ogni cosa di lettere, d’arti e di scienze, e confondiamo facilmente, o non distinguiamo abbastanza le nostre idee; parmi opportuno aprire la strada a questa seconda parte coll’esaminare più attentamente i contrassegni, e distintivi del genio, e dell’ingegno; poi quelli dell’uomo d’ingegno precisamente, e dell’uomo di genio.

Non prendiamo per ingegno comunemente l’abilità d’intendere giustamente, di ragionare diritto, di combinare appropriato, la quale sta principalmente nell’intelletto e neli’uffizio delle idee, de’pensieri, della ragione. Pub esso unirsi a molta memoria, a qualche ancor fantasia, ma tranquilla; a certo moto