Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/346

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
342 Note.

con juelie di Francia, che può servire di r.cr ia e di prova del mio pensiero. E dove meglio può stare una piena e compiuta società tenerale di studj scientifici e letterari qual !’ hanno ornai tutte le capitali, ed altrs città ancora ? In due classi dividerebbesi a gloria sua singolare su tutte l’altre, l’una di sacra, l’altra di profana letteratura. Quella conveniente al capo e alla sede cella religione, questa al principe di uno stato ricchissimo di bei talenti, di collegi, di seminari, di università, di fondazioni immortali, ina languenti, de’suoi predecessori. Noto è assai quanto bene s’abbracciano insieme, e si rinforzano 1’ una e l’altra, e tanti ecclesiasrici lo confermano in Roma stes>i scrittori eccellenti ed eruditissimi in ogni genere specialmente nell’antiquaria, nelle lingue, nell’eloquenza, ed in altro. Da una tale accademia per tanto, a cui dovrebbono incorporarsi molt’ altre quivi erette scegliendone il meglio, uscirebbono due giornali corrispondenti alle due classi, e a quanri libri vedesser la luce in tutta P Italia, come da tutta dovrebbono esser presi gli accadèmici, e so-