Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/64

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
60 Veggenti.

6oRapidi-^ no fuori dell’anima, e si manifestano a’fatti. Con ciò si spiega quella vivacità, ed impazienza, qual noi la veggiamo anche esternamente in loro. Non sempre, ed in tutti, perchè ve n’ha alcuni per temperamento,od educazione taciturni, placidi, e lenti, sebbene anche essi divengono all’occasione più fervidi, ed irrequieti. Si disse d’alcuno, che rassembrava a un vulcano, il qnal d’ordinario sta cheto, e non mostra quel fucco, che ha nelle viscere, talché vi si veggono sicuramente errar d’intorno le gregge, e coltivare le vigne, ed i campi gli agricoltori; ma poi d’improvviso dà in furia, e tutto saccheggia, e divora. Finirò col ripetere, che questo fuoco poi passa, come quel de’ vulcani, e che allora è tempo di prender la lima, e condurre le cose a perfezione, ricordando il bel verso di Lord Roscommon!

Scriver con ent uà sismo, ma corregger con flemma.NUO-