Pagina:Bettini - La stazione estiva di Montepiano, Firenze, Minorenni corrigendi, 1897.djvu/55

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 49 —

si stabilirono tra S. Quirico e Montepiano due corse postali d’andata e due di ritorno, ed una d’andata e una di ritorno da Castiglione a Montepiano.

§ 12. — Passeggiate ed escursioni.

Quest’altipiano cui fanno corona lieta e maestosa le vette dell’Appennino, si presta a piacevoli, utili, indimenticabili escursioni, durante le quali, i polmoni e le gambe possono esercitare quella ginnastica che meglio loro conviene.

Gli amatori di lunghe gite montane possono soddisfare ai loro desiderii. Se non avranno i due o tremila metri da salire, anche perchè trovandoci a Montepiano abbiamo già raggiunto una ragguardevole altitudine, potranno bensì raggiungere bellissime cime di monti dalle forme svariate, onde l’occhio spazia lontano, lontano con vedute mirabili, scuoprendo sempre nuove bellezze, scuoprendo paesaggi nuovi, aspetti non prima osservati nell’ampio orizzonte, che sembrano di continuo mutare, rinnovellarsi.

Eziandio a quelli che per età, o per qualsiasi altra ragione non possono mostrarsi forti campioni nel campo dell’alpinismo, sorridono, come già avemmo a notare, piacevoli e comode passeggiate, rese più utili e salubri dagli effluvii delle conifere e dei faggi.

La giacitura topografica di questi luoghi, la strada aperta da non molti anni, che partendo da S. Quirico, congiunge per Val di Fiumenta la provincia di Firenze all’Emilia, assicurano a Montepiano questa invidiabile prerogativa.

Le escursioni più notevoli che posson farsi partendo da Montepiano sono le seguenti:


4