Pagina:Bisi Albini - Donnina forte, Milano, Carrara, 1879.djvu/59

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



Non ho mai capito perchè mai il conte Filippo abbia sposata mia cugina Elisa. Lui ha cinquant'anni e lei trenta: lui è brutto e lei bellissima. Lui ama... veramente non so che cosa ami: fa insomma una vita quieta, regolata: la casa e il Cova; il Cova e la casa: la Perseveranza e la Revue des deux Mondes, la Revue e la Perseveranza, e sempre così. Cioè, mi dimenticavo di mettere, dopo il Cova, la mia poltroncina rossa.

Lei è elegantissima, vivacissima, e per star bene — dico — ha bisogno di moto, di visite, di teatri e di balli.

Credo che marito e moglie non si vedano che a pranzo. Ma è ammodo anche questo, lo sapete. Dunque Filippo viene spesso da me: sopratutto quando il babbo è a Roma. Egli... ah! eccolo trovato