Pagina:Boccaccio - Amorosa visione, Magheri, 1833.djvu/128

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
116 AMOROSA VISIONE

Vedi ch’ad ora ad or ritorna bruno
     80L’aere e nebuloso, e molti tuoni
     E lampi lui percuotono, e nessuno
Impeto surge, e ch’or non s’abbandoni,
     E faccia danno, e tu col tuo figliuolo
     Ora cercate nuove regïoni.
85Posati adunque tu e lo tuo stuolo,
     Lasciami almeno apparare a biasmarmi,
     Immaginando il mio eterno duolo,
E poi, se tu vorrai, potrai lasciarmi.