Pagina:Boccaccio - Amorosa visione, Magheri, 1833.djvu/80

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
68 AMOROSA VISIONE

Nè dell’inganno già saper credette
     80Quella, ma lui ritenne nascoso,
     E guadagnato forse aver credette.
Alla vera statura luminoso
     Quivi vedeasi tornato, e costei
     Abbracciando e baciando disïoso,
85Riguardando essa, nè giammai da lei
     Partir senza il disiato giugnimento,
     Di che parea ch’ella dicesse: omei,
Ch’io son gabbata dal tuo argomento.