Pagina:Boccaccio - Il comento sopra la Commedia di Dante Alighieri di Giovanni Boccaccio nuovamente corretto sopra un testo a penna. Tomo I, 1831.djvu/88

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
68 COMENTO DEL BOCCACCI

tanto mesti, cioè dolorosi, dannati alle pene eterne. Allor si mosse, entrando nel cammino dimostrato. Ed è atto d’uomo disposto a quello di che è richiesto, che senza eccezione il mette ad esecuzione: ed è questa l’ultima particella delle sei, che dissi esser partita la seconda parte principale del primo canto: ed io gli tenni dietro, cioè il seguitai.


allegorie del capitolo primo della prima cantica della commedia di dante alighieri.


Nel mezzo del cammin di nostra vita, ec.

Poichè per la grazia di Dio dimostrato è quello che secondo il senso litterale si può dimostrare, è da tornarsi al principio di questo canto, e quello che sotto la rozza corteccia delle parole è nascoso, cioè il senso allegorico, aprire e dichiarare. Intorno alla qual cosa, credo udirete cose per le quali vi si potrebbe forse meritamente dire le parole, che l’autore medesimamente dice nel secondo canto del Paradiso, cioè:

Que glorïosi che passaro a Colco,
Non s’ammiraron, come voi farete,
Quando vider Giason fatto bifolco.

Perciocchè allora per effetto potrete vedere, quanto d’arte e quanto di sentimento sia stato, e sia nello stilo poetico, oltre alla stima che molti fanno. E perocchè gustando con l’intelletto il mellifluo e cele-