Pagina:Boccaccio - La Teseide di Giovanni Boccaccio nuovamente corretta sui testi a penna, 1831.djvu/204

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LA TESEIDE

LIBRO SESTO




ARGOMENTO


Il sesto libro nel cominciamento
     Li due teban baron pacificati
     Dimostra, e il loro ricco portamento,
     E le feste e i conviti dilicati:
Appresso a ciò dichiara il lieto avvento
     In Atene di molti convitati
     Baroni, acciocchè ognun n’avesse cento:
     Tra molti eletti, arditi e più pregiati:
Ed in che modo e abiti ciascuno,
     E di qual parte in Atene venuti
     Descrive, ed oltre a ciò siccome ognuno
E tutti insieme fosson ricevuti:
     De’ quai, veduta Emilïa, nessuno
     Biasima lor se e’ ne son perduti.


1


L’alta ministra del mondo Fortuna
     Con volubile modo permutando
     Di questo in quello più volte ciascuna
     Cosa, togliendo e talora donando,
     Or mostrandosi chiara ed ora bruna,
     Secondo le parea e come e quando,
     Avea co’ suoi effetti a’ due Tebani
     Mostrato ciò che può ne’ ben mondani.