Pagina:Boccaccio - La Teseide di Giovanni Boccaccio nuovamente corretta sui testi a penna, 1831.djvu/99

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LIBRO SECONDO 81


74


Teseo sè vedendo vincitore,
     Sopra Asopo il suo campo fece porre;
     E de’ vincenti chetato il romore,
     Del campo il corpo di Creon fe’ torre,
     E con esequie degne grande onore
     Li fe’, e fe’ la cenere riporre
     Dentro ad un’urna, e poscia di Lieo
     Nel tempio in Tebe collocar la feo.

75


Dicendo: i’ voglio ch’all’ombre infernali
     Possi di me miglior testimonianza
     Render, che quegli eccelsi e gran reali,
     A qua’ negavi con grande arroganza
     Gli ultimi onori e’ fuochi funerali,
     Di te non posson per la tua fallanza:
     E questo fatto, a sè fece chiamare
     Le greche donne, e lor prese a parlare.

76


Donne, gl’iddii alla vostra ragione
     Hanno prestata debita vittoria,
     E però con dovuta oblazïone
     Tenuti siam d’esaltar la lor gloria;
     Però mettete ad asseguizione,
     Ciò che de’ vostri faceste memoria:
     Date alli vostri re l’uficio pio,
     Secondo che avete nel disio.


bocc. la teseide 6