Pagina:Bonarelli, Guidubaldo – Filli di Sciro, 1941 – BEIC 1774985.djvu/236

Da Wikisource.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

IX. La perfezione e la intensione dell’amore son cose differenti e non convertíbili. — Trattandosi della per- fezione e della intension dell’amore, abbiamo udito che alcuni confondono questi termini, come se fossero una stessa cosa, o che certo fosser convertibili in modo che qualunque amor perfetto fosse intenso, e qualunque intenso fosse perfetto. Ma noi, più distintamente procedendo, prendiam la intensione d’amore in questo luogo per un cotal sensibile e smanioso fervore, e diciamo che l’amore puٍ esser perfetto e non intenso, intenso e non perfetto. Che liamor possa esser per- fetto e non intenso chiaramente il vedrete (se non m’è con- teso di mostrarlovi) nella pratica dell’istesso amor di tutti gli amori, dell’amor di Dio, cui ciascuno è obbligato d’amar perfettamente, ma non è obbligato a sentir nell’amor del Creatore quello smanioso fervore che sente forse nell’amor della creatura: mal per noi altrimente andrebbe; pochi adem- pirebbono il precetto del divino amore. L’amor dunque puٍ esser perfetto e non intenso. Ma che possa esser intenso e non perfetto, se non vi piace che trattando d’amor carnale io m’inalzi al divino, mostrerollo in un amor carnale, tratto perٍ dalle scritture divine. Ditemi voi, che siete dell’amor d’amor più religiosi difenditori : un amore impudico, un amore incestuoso, un amor che, tosto adempiuta la scelerata libidine, venisse meno, ardireste voi di chiamarlo perfetto amore? So ben io di no. Ma l’amor d’Amnon verso Tamar fu impu- dico, fu incestuoso; e non ebbe costui si tosto adempiuta la scelerata libidine, che l’amor suo fu convertito in odio. Co- testo amor dunque non era perfetto, e pur era intenso, e tanto che condusse l’infelice presso alla morte. Puٍ dunque l’amor esser intenso e non perfetto, perfetto e non intenso. Onde noi, fra questi termini distinguendo, diciamo che l’amor di- Celia, cosi come nella favola si rappresenta, non è, non ha bisogno d’essere e non convien forse che sia finto amor per- fetto, e che puٍ anche non esser intenso.