Pagina:Bonola - La geometria non-euclidea.djvu/108

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


altra parte, se dagli estremi del segmento AB = r si conducono le due parallele AA', BB', in modo che gli angoli ch'esse formano con AB siano uguali, sarà:


AA'B = B'BA = pi greco (r/2).


Calata ora la perpendicolare AC su BB' e la perpendicolare AD ad AC e posto:


CAB = alfa , DAA' = z,


si ha:

[vedi formula 100.png]


Utilizzando le formole trigonometriche nel triangolo ABC

    e per le proprietà dell' angolo di parallelismo [cfr. § 41]: [vedi formula 100_b.png]