Pagina:Boselli - Discorsi di guerra, 1917.djvu/43

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

23

Il Ministero dei trasporti, da assai tempo proposto e divisato, potrà essere successivamente stabilito secondo gli studi che con singolare competenza tracciò testé la Commissione per l’ordinamento delle strade ferrate dello Stato.

Intanto il Governo considererà solertemente le provvidenze additate dalla Commissione per il personale ferroviario, che va segnalato nelle operazioni della nostra guerra per l’indefessa e l’intelligente alacrità e per la patriottica e salda disciplina. (Applausi generali).

È ovvio che debbano congiungersi al Ministero dei trasporti, oggi più che mai, i servizi della marina mercantile, destinati a completarsi mercè le naturali e utili unificazioni da tanto tempo preconizzate e ad assumere nuove attività per la sollecita restaurazione della nostra flotta mercantile. (Vivi applausi).

Il Ministro di agricoltura, durante la guerra, solleciterà gli approvvigionamenti ben proporzionati al bisogno, stimolerà la produzione, favorirà i consumi alimentari, specie per le classi più disagiate. E anche dopo la guerra, tra il rigoglioso prosperare delle industrie e dei commerci, la produzione della terra conserverà il suo primato, e nelle giuste riforme sociali, insieme coi lavoratori delle fabbriche, dovranno trovare efficaci argomenti di rinnovamento economico e morale i contadini nostri (Applausi unanimi) che in sì grande numero e tanto intrepidamente danno la loro vita, a null’altro pensando che al dovere verso la Patria e verso il Re. (La Camera sorge in piedi plaudendo — vivissimi unanimi e prolungati applausi).

Vero è che ogni ordine di cittadini gareggia nelle prodezze e nei sacrifici: mentre i nostri combattenti