Pagina:Breve dissertazione contra gli errori de moderni increduli - Liguori.djvu/53

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Parte II. Cap. I. 49

vero che i Filosofi, internamente teneano per false queste Deità, sapendo ch’elle erano state inventate da’ Poeti, e poi trasportate ne’ Teatri, e di là ne’ Templi; nulladimeno, ordinandosi nell’Imperio Romano di adorargli, i medesimi anche si univano cogli altri nel venerargli esternamente. E quella sagrilega adorazione come mai potea da Dio esser permessa?

Replicano altri Deisti (che propriamente son chiamati Naturalisti), e dicono che per ottener la salute basta seguir la Religion Naturale, impressa dalla stessa Natura: (la quale c’insegna a credere, esservi un solo Dio Creatore del tutto, che punisce i vizj, e premia le virtù; ma che Dio da noi altro non richiede che la riverenza alla sua Maestà, e ’l non fare agli altri ciò che per noi non vogliamo. E perciò dicono, che ben può salvarsi l’Uomo in tutte quelle Religioni, che abbracciano queste verità, e