Pagina:Cabala del cavallo Pegaseo con l'aggiunta dell'Asino Cillenico.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ix

umiltà: omnis qui se humiliat, exaltabitur! Tuttavia il cristianesimo non vuole questa abnegazione scientifica; non vuole che l’ignoranza sia la perfetta scienza del cristiano. Lo stesso filosofo di Tarso, colui che predicò sì eloquentemente «la follia della croce,» vuole che noi siamo fanciulli, non quanto all’intelligenza, ma quanto al cuore: «Quanto all’intelligenza, egli dice, siate uomini!» Di fatto in tal caso la fede religiosa non condurrebbe ad altre conclusioni che a quelle del più stravagante scetticismo; l’ignoranza e l’asinaggine sarebbero, da ambe le parti, proclamate la via del vero e della beatitudine, l’unica via degna del credente e del saggio. Non si sa nulla con certezza, non si può saper nulla, afferma il Pirroniano, se non quest’unica cosa: «Io sono, e non sono altro che un asino».1

  1. L’errore comune del pirronismo e della nuova Accademia consiste, secondo Bruno, nell’imputare alla natura delle cose e dello spirito quello che si deve attri-