Pagina:Campana - Il più lungo giorno, manoscritto, 1913.djvu/81

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


appoggio una fede nella triste ora. Dalla terrazza si guardano lentamente sommergersi le vedette mistiche e guerriere dei castelli del Casentino: intorno è un grande silenzio un grande vuoto nella luce falsa dai freddi bagliori che guizza ancora sotto le strette della penombra: il Casentino scompare: riveso le signore gentili dalle bianche braccia laggiù che ancora laggiù ai balconi perpetuano un sogno cavalleresco!
.....
Il piazzale della chiesa è deserto. Seggo sul muricciolo
Figure di frati vagano: facelle