Pagina:Campanella - La Città del Sole, manoscritto, 1602.djvu/18

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

9r

[versione diplomatica] per li canali, v’è acqua sorgente; molta nelle conserve a cui vanno le piogge per li canali delle case, passando p̃ arenosi acquedotti; si lavano le persone loro spesso, secõdo il maestro, e il medico ordina. L’arti si fanno tutte ne chiostri di sotto, e le speculative di sopra, dove sono le pitture; e nel tempio si leggono nell’atrÿ di fuori son horologi di Sole, e di squille p̃ tutti i gironi, e banderuole p̃ saper li venti. Hosp. hor dimmi della generatione. G. nulla femina si sottopone à maschi, se nõ arriva a 19 anni; ne il maschio si mette alla generazione innanzi alli 21. et più s’è di complessione bianco. Nel tempo innanti è ad alcuno lecito il coito con le donne sterili o p̃gne, per nõ fare in vaso indebito; e le maestre matrone con li seniori della generatione han cura di provederli secondo à loro è detto in secreto da quelli più molestati da Venere, ma nõ lo fãno sensa far parola al maestro maggiore, ch’è un gran medico, e sottostà ad Amore prencepe officiale.

Se si trovano in sodomia, sono vituperati, e li fan portare dui giorni legata al collo una scarpa: significando che pervertiro l’ordine, e posero li piedi in testa; perche qń si esercitano alla lotta son nudi tutti; maschi, e femine, li mastri conoscono


[versione critica]

per li canali, v’è acqua sorgente; molta nelle conserve a cui vanno le piogge per li canali delle case, passando per arenosi acquedotti; si lavano le persone loro spesso, secondo il maestro, e il medico ordina. L’arti si fanno tutte ne chiostri di sotto, e le speculative di sopra, dove sono le pitture; e nel tempio si leggono nell’atri di fuori son orologi di Sole, e di squille per tutti i gironi, e banderuole per saper li venti.

Ospitalario
Or dimmi della generatione.
Genovese
Nulla femina si sottopone a maschi, se non arriva a 19 anni; né il maschio si mette alla generazione innanzi alli 21. E più s’è di complessione bianco. Nel tempo innanzi è ad alcuno lecito il coito con le donne sterili o pregne, per non fare in vaso indebito; e le maestre matrone con li seniori della generazione han cura di provederli secondo a loro è detto in secreto da quelli più molestati da Venere, ma non lo fanno sensa far parola al maestro maggiore, ch’è un gran medico, e sottostà ad Amore prencepe officiale.

Se si trovano in sodomia, sono vituperati, e li fan portare dui giorni legata al collo una scarpa: significando che pervertiro l’ordine, e posero li piedi in testa; perche quando si esercitano alla lotta son nudi tutti; maschi, e femine, li mastri conoscono