Pagina:Campanella - La Città del Sole, manoscritto, 1602.djvu/28

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

14r

[versione diplomatica] il mastro e determina. Hosp. con chi fan le guerre? e perche causa se sono tanto felici? G. Vi sono quattro Reggi nell’Isola, li quali han grãd’invidia della felicità loro, perche li popoli desiderano vivere come1 questi Solari, e vorriano star più soggetti ad essi, che nõ à proprÿ Reggi, onde spesso lor è mossa guerra sotto color d’usurpar confini, e di viver empiamỹ, pperche nõ segueno le superstitioni de gentili, ne dell’altri Bragmani; e spesso li fan guerra come ribelli che pa erano soggetti, e cõ tutto questo perdono semp̃. Hor essi Solari subito che patiscono preda insulto, ò altro dishonore, ò son travagliati gl’amici loro; ò pure son chiamati d’alcune Città tiranneggiate come liberatori essi si mettono à consiglio; e prima s’inginocchiano a Dio, e pregano che li faccia consigliarsi bene, poi s’esamina il merito del negotio, e cossì se bandisce la guerra. Mandano un sacerdote detto Forense, e dimanda a’ nemici che rendano il tolto, o lascino la tirannia, e se q̃lli negano, li bandiscono la guerra chiamando Dio delle vendette in testimo contro di chi hà il torto. E se quelli prolungano il negotio nõ li danno tempo, s’è Re, più d’un’


[versione critica] il mastro e determina.

Ospitalario
con chi fan le guerre? e perché causa se sono tanto felici?
Genovese
Vi sono quattro Reggi nell’Isola, li quali han grand’invidia della felicità loro, perché li popoli desiderano vivere come1 questi Solari, e vorriano star più soggetti ad essi, che non a proprii Reggi, onde spesso lor è mossa guerra sotto color d’usurpar confini, e di viver empiamente, perche non segueno le superstizioni de gentili, né dell’altri Bragmani; e spesso li fan guerra come ribelli che prima erano soggetti, e con tutto questo perdono sempre. Or essi Solari subito che patiscono preda insulto, o altro disonore, o son travagliati gl’amici loro, o pure son chiamati d’alcune Città tiranneggiate come liberatori essi si mettono a consiglio; e prima s’inginocchiano a Dio, e pregano che li faccia consigliarsi bene, poi s’esamina il merito del negozio, e così se bandisce la guerra. Mandano un sacerdote detto Forense, e dimanda a’ nemici che rendano il tolto, o lascino la tirannia, e se quelli negano, li bandiscono la guerra chiamando Dio delle vendette in testimonio contro di chi ha il torto. E se quelli prolungano il negozio non li danno tempo, s’è Re, più d’un’
  1. 1,0 1,1 Dittografia, come [...] come, ndt.