Pagina:Campanella - La Città del Sole, manoscritto, 1602.djvu/30

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

15r

[versione diplomatica] alla zuffa contra nemici scompigliati. Usano fare li padiglioni alla Romana con steccati, e fossi intorno con gran p̃stezza, ci sono li mastri di bagaglie, d’artegliarie, e dell’opere; tutti soldati sanno maneggiare la zappa, e la scure. Vi son cinq̃, otto o dieci Capitani di consiglio di guerra e di stratagemme che comandano alle squadre loro1 secondo insieme si consigliano. Sogliono portar seco una squadra di fanciulli a cavallo per imparar la guerra, et incarnarsi,2 come lupaccini(?) al sangue: e ne pericoli si ritirano, e molte donne con loro. E dopo la battaglia esse donne, e fanciulli fanno carezzi alli guerrieri, li medicano, serveno, abbracciano e confortano, e quelli p̃ mostrannosi valenti alle donne, e figli loro fanno grã prove. Nell’assalti, chi prima saglie il muro ha dopo in honore una corona di gramigna con applauso militare delle donne, e fanciulli, chi aiuta il compagno ha la corona civica di quercie; chi uccid’il tirãno, le spoglie opime, che porta al tempio; e si dona dal il cognome dell’impresa; usano li Cavalieri una lancia, due pistole avanti cavallo,


[versione critica]

alla zuffa contra nemici scompigliati. Usano fare li padiglioni alla Romana con steccati, e fossi intorno con gran prestezza, ci sono li mastri di bagaglie, d’artegliarie, e dell’opere; tutti soldati sanno maneggiare la zappa, e la scure. Vi son cinque, otto o dieci Capitani di consiglio di guerra e di stratagemme che comandano alle squadre loro1 secondo insieme si consigliano. Sogliono portar seco una squadra di fanciulli a cavallo per imparar la guerra, e incarnarsi,2 come lupaccini al sangue: e ne pericoli si ritirano, e molte donne con loro. E dopo la battaglia esse donne, e fanciulli fanno carezzi alli guerrieri, li medicano, serveno, abbracciano e confortano, e quelli per mostrannosi valenti alle donne, e figli loro fanno gran prove. Nell’assalti, chi prima saglie il muro ha dopo in onore una corona di gramigna con applauso militare delle donne, e fanciulli, chi aiuta il compagno ha la corona civica di quercie; chi uccid’il tiranno, le spoglie opime, che porta al tempio; e si dona dal Sole il cognome dell’impresa; usano li Cavalieri una lancia, due pistole avanti cavallo,

  1. 1,0 1,1 facendo insieme si, cancellato, ndt.
  2. 2,0 2,1 Dittografia, incarnarnasi per incarnarsi, ndt.