Pagina:Canonici - Prospetto biografico delle donne italiane.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

25

dai figli restano anzi per sempre indivisi, e questi prestano loro amore, reverenza, adesione, sommessione. Non è poi a stupire se alcuno fra i venerandi vecchi, attaccato tenacemente ai precetti degli antichi suoi medici, e certo tratto dal timore di scorgere nell’innovato sistema sicura la perdita di una nuora gentile, o di un lungamente bramato nepotino, non sappia decidersi ad adottar nuovi metodi. Tutto ciò ch’è commendevole non è sempre eseguibile, perchè l’uomo, pervenuto alla quiete di senile età, rare volte cambia di pensamento; anzi in quello vieppiù lo conferma lo scorrevole tempo, ed a mal cuore si lascierà convincere che abbia a dirsi fatale quello che jeri e jeri l’altro utilissimo e buono ei giudicava. A queste cause soltanto, ed alla deficienza

    costantemente che la loro madre, sovente in molta età, abbandoni la sua casa, il luogo in cui diede loro educazione, il corteggio di una fortuna opulenta a cui era abituata, per andare con una tenue pensione in una casa solitaria a finire la vita nell’abbandono e nella noia. Io volli un giorno portare doglianza contro quest’uso barbaro e generale avanti una famiglia rispettabile ed unita di sentimenti, avanti persone idolatre de’ loro figli, e la mia sorpresa parve ridicola. Chi vorrebbe astringerci, mi fu risposto, alle sollecitudini continue, alle quali assoggetta la presenza di una suocera? si unisce il matrimonio per essere liberi e vivere a suo capriccio. Cenni morali e politici sull’Inghilterra estratti dagli scritti inglesi. Ediz. di Milano, 1806.