Pagina:Castani - Ragguaglio del numero de peregrini, 1576.djvu/33

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


perìcolo delle fraudi. Entrati che erano li Peregrini fi trarteneuano in vi» gran cortileouero in I’Horto contiguo, ouero in l’Oratorio, doue fubito erano diuerfe diuoteperfonc deputate a fargli dir le Litanie con altre orationi, a infognai la Dottrina Chriftiana a Empiici il farli il fogno della Croce dire il Pater noftro &l’Aaemaria,che infiniti n’erano bifognofi,altri a più intelligenti infegnaUano.il Credo,& altri precetti Chriftiani,iltriinftruiuano che volefle dire annoSato, che Iubileo, &com«douellèro deportarli per guadagnare degnamente tan toTheforo. Qufui dal principio al fine dell’anno per liberalità del mai lodato, a baftanza Noftro Signore Papa Gre gorio a tutti quelli che fapeuano leggere fi donauano libretti ftampati della dottrina Chriftiana accio ritor nati alle cafe loro non folo efsi imparallero, ma poteflero anco inftruire altri & a facerdoti fenc dauaancopiudevna. Mentre quella da vn canto fi faCceua dall’altro li Scalchi agiutati dall’altri fratelli attendeuano con ordine & filenzioa far portarein tauola quale apparecchiata, li depurati a mandar a tauola/acendoli polare Ij bordoni Se prohibendo la calca, l’inuiauano nel Re rettorio, & altri luochi deputati, che tutti erano pieni dfmenfe preparate, & a ciafeuna prima chefedclfera Iacea la beneditione folenne. Erano fempre alcune menfe per Sacerdoti, et reli-» gioii, quali volentieri ( quando il gran numero non iacea guaftar l’ordine) le faccuano mangiare feparata*nenteda l’altri,ct con qualch*auantaggio,e pulitezza Piu delimita fi trattauanOjCt li tramontani fi folcuano chia