Pagina:Caterina da Siena - Epistole, 3.djvu/128

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
128

128 ; Annotazioni alla Lettera 111.

(J) Dite a missere Biringhiere. Messere Beringbieri de^li Arzocchi nobile sanese e piovano della terra d’Asciano, di cui »i favellò nelle annotazioni alla lettera /t4.

(B) Monna Giovanna. Questa fu facilmente Giovanna moglie di Corrado Maconi nobile sanese e madre del bealo Stefano, cbe ricevè alcune lettere dalla santa; e d’ essa si favellerà nelle annotazioni alla lettera 356.

(C) IS et fuoco dell’Agnello smiraldato. La voce smiraldato, se non v’è fallo degli scrittori, è propria della santa; nè è gran fatto cb

a spiegare i non ordinar) sentimenti del suo cuore vaglhsi talora di nnovi vocaboli) jon essendo i costumati valevoli a poterli esprimere.


(D) Lisa, ec. Queste sono le solite compagne disanta Caterina