Pagina:Cattaneo - Rivista di varii scritti intorno alla Strada ferrata da Milano a Venezia.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
78 strada ferrata

la società volesse tener fermo il prezzo delle corse, facendo al passaggiero il solo trattamento del minor tempo e della strada più bella, ella, sopra mezzo milione di persone, avrebbe 750 mila lire nette con un proporzionata quantità di merci e bestiami. Al che aggiungendo il maggior movimento per le ragioni sovresposte, sarebbe moderato il calcolo d’un milione di maggiore introito netto! E questo, sommato col risparmio di manutenzione, rappresenterebbe un capitale enorme, al quale si dovrebbe aggiungere qualche milione che potremmo quasi esser certi di risparmiare sull’abbreviamento delle costruzioni, e massimo sul grave prezzo del ferro. E poi, per conchiudere questo inventario di felicità, aggiungeremo, che un diciottesimo meno di lavori ci dovrebbe, sopra nove anni, dar compiuta la linea mezz’anno prima. Il che sarà un gran regalo per tutti quegli sventurati che dovrebbero partir da questo mondo in quell’ ultimo semestre, senza avere il gusto di far la gran corsa a vapore da Milano al mare!

Giova dunque consigliare agli azionisti che sepn’altro si ordini di fare una fitta rete di livellazioni su tutto quel triangolo di terreno; lavoro che può compiersi in un mese. E se gli incaricati della società non vi trovassero lodevole scioglimento, si stampino pure i profili, e s’invitino con larghissimo premio gli esperti a porvi il loro ingegno. Allora soltanto si avrà diritto di dire che si sono fatti gli studj. A questo non manca tempo; intanto si compia la rimanente e principal parte dei lavori. E si vorrebbe ripetere ciò che nel 1837 invano ebbi a dire intorno al braccio di Monza, cioè che la società non deve lasciarsi preoccupare il terreno presso al lago di Garda; altrimenti vi potrebbe surgere fra poco un impresa rivale; e la costruzione della strada ritroverebbe tra Brescia e Verona quegli stessi ostacoli, che l’imprevidenza le accumulò tra Brescia e Milano.

Rendiconto dei direttori.

Nel rendiconto pnblicato dalla direzione (V. Atti officiali del congresso 30 luglio 184o) le spese dirette dell’operazione tecnica si facevano già salire a più di 300 mila lire (310,346). Può giovare ad altre simili imprese